Stufe a pellet: i Prezzi

Ma quanto mi costa? Ma davvero conviene?
Facciamo due calcoli...

Quanto costa una stufa a pellet?
Il prezzo medio per una stufa dalle buone caratteristiche si aggira generalmente sui 900 euro, ragion per cui prezzi di gran lunga inferiori potrebbero nascondere imbrogli.

Per chi se lo può permettere, esistono modelli che arrivano ai 5000 euro, appartenenti alle categorie di eccellenza. Il valore può variare in base a molteplici fattori, tra cui il prestigio del marchio, la capacità della stufa di scaldare, il consumo in pellets ed elettricità, la capienza in combustibile, la presenza o meno di una canna fumaria, la presenza di funzioni programmabili, e ovviamente la qualità dei componenti e il design.

Tutte queste caratteristiche concorrono insieme a formare il prezzo, ma è utile soffermarsi su alcune di esse, in modo da chiarire al possibile acquirente che cosa possa fare di più al caso suo. Fondamentale è l'integrazione estetica della stufa a pellet con l'arredamento della casa, per cui eventuali inserti e scelta di materiali da rivestimento di qualità, come maiolica o ceramica, incidono di certo, ma vanno ad abbellire la stanza molto più di un comune termosifone.

L'accessorio, come un eventuale piano per cucinare, aumenterà il prezzo, ma renderà più versatile il prodotto e forse anche più stimolante per chi ama dedicarsi all'arte culinaria. Non bisogna però dimenticarsi di puntare anche sulla qualità tecnica della stufa, ovvero programmabilità e autonomia energetica.

Certamente un prodotto in grado di essere programmato con opportune temporizzazioni, dotato di termostato regolabile, e capace di non dover essere caricato di combustibile a pellet troppo frequentemente, rappresenterà a lungo termine un risparmio economico in termini di consumi, perché permetterà di razionalizzarli.

La stufa in rapporto all'abitazione

Cablare il tipo di stufa in relazione
all'abitazione da scaldare

Non meno importante e forse fondamentale è un'attenta analisi preliminare sulla questione dell'integrazione tra la stufa a pellet e l'abitazione stessa. Di certo non è sufficiente scegliere in base a quanto detto finora, ma bisogna prevedere come il prodotto scelto produrrà il calore necessario a scaldare nel modo più omogeneo possibile tutta la nostra casa.

Se consideriamo un appartamento medio per famiglie, sui 100 metri quadri circa, è chiaro che una stufa soltanto, per quanto potente e performante, non potrà scaldare, per sola convezione, tutte le stanze della casa. Si dovrà pertanto tener conto dell'esigenza di dover installare un sistema opportunamente studiato di canalizzazione, che possa inviare il calore prodotto verso tutti i locali dell'abitazione e distribuirlo nella maniera più uniforme possibile.
Un impianto di questo tipo incrementerebbe la spesa di parecchio, tuttavia bisogna ricordare che esistono sistemi ibridi, le termostufe, in grado di sfruttare le tubature preesistenti nella casa e incanalare nei termosifoni stessi il calore necessario.
Tuttavia, in condizioni normali, una stufa da sola è in grado di scaldare un ambiente unico anche molto grande. Se la necessità è quella di scaldare anche i locali immediatamente vicini a quelli in cui la stufa è installata, dove magari è concentrata la vita invernale della famiglia, non servirà per forza un costoso sistema di tubature, ma sarà sufficiente una sola stufa: il resto lo farà la convezione.

Un oggetto di questo tipo, scelta comune tra la maggior parte degli acquirenti, avrà un costo medio tra i 1000 i 1600 euro, a seconda della potenza, ai quali aggiungiamo le spese di installazione (circa 300 euro), per arrivare ad una cifra che si aggira intorno ai 1900 euro, per i modelli medio-alti: questi costi saranno ammortizzati nel tempo dal basso costo e consumo del combustibile a pellet, per cui la stufa rappresenta infine una scelta vincente.